I portuali sospendono lo sciopero, cori e applausi per D'Agostino

I lavoratori del porto di Trieste: "C'è solo un presidente". D'Agostino: "Siete la mia seconda famiglia. Restiamo uniti e usiamo la testa". Fischi per Dipiazza.

Foto Aiello

I lavoratori del porto hanno revocato lo sciopero: a partire delle 22 riprenderanno i lavori allo scalo giuliano. Rimane comunque in vigore lo stato di agitazione proclamato a seguito della sentenza.

D'Agostino: "Restiamo uniti"

Zeno d'Agostino, visibilmente commosso, è arrivato al Molo VII intorno alle 14. Ad accoglierlo cori, applausi e qualche fumogeno. "C'è solo un presidente" e nessun altro: i portuali non intendono scendere a compromessi. D'Agostino, dopo aver salutato la sua "seconda famiglia", ha invitato i portuali a restare uniti: "Abbiamo bisogno di tutti. Questa situazione è paragonabile al Covid-19: c'è stata una fase 1 dove ha predominato la tristezza, la rabbia e i pianti. Ora si passa alla fase 2: è necessario che il porto ricominci a lavorare. Dovete lasciare pancia e cuore e iniziare ad usare la testa. Ho capito che non sono solo, grazie a voi e a tutti i messaggi che ho ricevuto in questi giorni. Adesso però tocca agli avvocati che stanno lavorando per andare al Tar tra lunedì e martedì".

ManifestazioneZenoD'Agostino_06-06-20__Giovanni Aiello 5-2

Fischi per Dipiazza. Il primo cittadino: "Non c'è nessuno contro"

In seguito ha fatto il suo ingresso anche Dipiazza, accolto da fischi. Immediato l'intervento di D'Agostino: "Siamo tutti uniti, chi è qui non è un nemico". Prima di dare la parola al primo cittadino, i portuali gli hanno chiesto un impegno affichè combatta per "chi ha fatto tanto per il porto e per chi ha dato un futuro a molte famiglie". "Non appena ho sentito la notizia mi sono attivato subito, sia con le istituzioni romane che con quelle locali - ha dichiarato Dipiazza -. Insieme ne verremo fuori. Quando si lavora insieme e non ci sono contrasti, come in questo caso, si fa il bene per la città. Non c'è nessuno contro: restiamo uniti e cerchiamo di riportare Zeno alla presidenza".  Il presidio dei lavoratori portuali è iniziato ieri, 5 maggio, alle ore 12.

ManifestazioneZenoD'Agostino_06-06-20__Giovanni Aiello 3-2

Le motivazioni della sospensione dello sciopero

Lo sciopero è stato sospeso in virtù di "quanto comunicato e sottoscritto, nella giornata di ieri dal Prefetto di Trieste Dott. Valerio Valenti, nel cui resoconto viene ribadito con forza che il venir meno della carica di Presidente del Porto di Trieste da parte di Zeno D’Agostino non comporta in alcun modo il venir meno e la validità degli atti compiuti - si legge in un comunicato dei sindacati Filt - Cgil, Fit - Cisl, UilTrasporti e Ugl Mare - . A questo, nella serata di ieri, si è aggiunta la notizia della nomina di Mario Sommariva quale Commissario dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale ciò ha dato un ulteriore segnale di continuità operativa e politica del Porto Triestino. Tutto ciò è stato confortato dalle parole e dalla presenza del Presidente Zeno D’Agostino, che nel primo pomeriggio di oggi si è presentato ai lavoratori in sciopero, comunicando l’impugnazione nei primi giorni della prossima settimana presso il Tribunale Amministrativo del Lazio della “Pronuncia ANAC” avvenuta nei suoi confronti e motivo della dichiarata inconferibilità della carica di Presidente".

Le foto (gallery di Giovanni Aiello)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

Torna su
TriestePrima è in caricamento