menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Rocco resta stregato, una buona Triestina non va oltre il pari con la Feralpi Salò

Il quinto pareggio consecutivo è maturato infatti in condizioni molto diverse rispetto alle ultime uscite dove era mancato soprattutto il carattere. Litteri risponde a Scarsella. Un pareggio che lascia ben sperare

Una vittoria che per quanto visto in campo nei 90 minuti la Triestina avrebbe meritato, ma che fa i conti con la dura realtà: gli uomini di Pillon ci mettono gamba, cuore e un discreto palleggio ma il pallone non ne vuole sapere di gonfiare la rete. La partita contro il grande ex Massimo Pavanel vede i greghi più puliti nella manovra di impostazione, con la Feralpi invece brava a ripartire ogni volta che Lambrughi e compagni lasciano spazi liberi da metà campo in su.

L’Unione parte decisa e fin dai primi minuti l’approccio sembra essere diverso rispetto a quello mostrato nelle ultime gare. Dopo una fase di studio e di buon ritmo, l’Unione inizia a macinare gioco e a rendersi pericolosa dalle parti di De Lucia. Il primo vero sussulto della partita nasce da un guizzo di un Sarno apparso in ripresa. Dopo una bella serpentina in mezzo a due avversari il tiro dell’attaccante mancino viene respinto dalla difesa. Passano cinque e una chirurgica combinazione Lopez-Calvano-Procaccio porta proprio quest’ultimo sullo spigolo sinistro dell’area: stop e tiro sbucciato che finisce tra le braccia del numero uno gardesano.

L’Unione mette la quarta e sembra poter far male da un momento all’altro. Bisogna però aspettare il 27’ per la prima vera occasione della partita. Sarno batte una punizione a giro da sinistra, sul pallone si fionda Litteri che con un colpo di nuca gira la sfera verso De Lucia che immobile la guarda stamparsi sulla traversa. Gli uomini di Pillon non demordono e due minuti dopo è Lepore a sparare un potente destro da oltre 20 metri con l’estremo difensore della Feralpi che blocca sicuro.

Pavanel cerca di indirizzare la sua squadra verso un gioco per portare il terzo uomo in condizione di far male. Verso la fine del primo tempo l’atteggiamento sornione dei gardesani complica un po’ le cose dalle parti di Offredi. Lopez sbaglia un cambio di campo, il centrocampo intercetta il pallone e buca il lato sinistro della difesa dove è costretto a scalare Lambrughi: Ceccarelli lo anticipa e il capitano si becca un giallo per un fallo tattico. Sugli sviluppi della punizione, il pallone finisce sui piedi dello stesso Ceccarelli che dal limite dell’area calcia bene con il numero uno rossoalabardato che smanaccia in angolo. Il primo tempo si conclude così, con un’Unione padrona del campo e la compagine di Pavanel brava a costruire e a difendersi.

Le pagelle: Litteri e Calvano da 7, Gomez insufficiente

La ripresa

Nella ripresa l’undici alabardato è lo stesso. Passano cinque minuti ed è di nuovo Sarno a rendersi pericoloso. Il suo sinistro su punizione dai 20 metri sfiora l’incrocio dei pali. Al 57’ è Litteri a girare bene di testa verso la porta di De Lucia che blocca agevolmente. Subito dopo si vede la Feralpi dalle parti di Offredi con Guerra che sempre di testa si mangia un goal già fatto.

La Triestina non demorde e continua a macinare gioco senza però trovare l’occasione giusta per colpire. Ed infatti, come accade sempre nel calcio quando una squadra gioca tutto sul possesso palla senza andare a rete, a passare in vantaggio sono gli avversari. Una bella giocata ancora di Ceccarelli da destra libera in area Scarsella (che il neoentrato Tartaglia non riesce a fermare) che di testa batte Offredi: al Rocco è doccia fredda.

Neanche il tempo di due giri di lancette che Procaccio si libera sulla sinistra e serve in area Litteri: la difesa gardesana si dimentica di chiudere a chiave e l’attaccante gira una zampata in rete: è il pari. Dopo alcune conclusioni di Procaccio, la bagarre finale dove Pillon getta nella mischia Granoche e Rizzo (a due minuti dalla tardi sembra quasi inutile) e l’arbitro che fischia l’infrazione su una rimessa di Lopez, non succede praticamente più niente. Quinto pareggio consecutivo di un’Unione che non sa più vincere ma che è apparsa diversa dalle ultime uscite. Si sono visti carattere e voglia. Oggi è mancato solo un goal in più degli avversari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento