Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Due centri vaccinali a Trieste: inaugurata la nuova sede in Molo IV

L’allestimento è stato possibile grazie ai 110mila euro elargiti ad Asugi dalla Fondazione CrTrieste. L’appello di tutte le autorità a una maggior partecipazione dei cittadini alla campagna vaccinale

Foto Aiello

Un nuovo centro vaccinale è stato inaugurato oggi, mercoledì 18 maggio, nel Molo IV, in aggiunta alla centrale idrodinamica in Porto Vecchio. Una nuova opportunità resa possibile dalla generosa donazione di 110mila euro elargita ad Asugi dalla fondazione CrTrieste. La cifra andrà a coprire i costi di affitto per quattro mesi, l’allestimento degli spazi e la copertura assicurativa. Presenti le autorità cittadine e regionali: il presidente Fedriga, il vicepresidente Riccardi, il sindaco Dipiazza e molti assessori comunali, insieme alla presidente della CrTrieste Tiziana Benussi e del direttore generale di Asugi Antonio Poggiana.

Il Presidente Fedriga ha parlato di molte dosi in arrivo a fine maggio, specificando che ogni giorno in Fvg vengono inoculate più dosi di quante previste dal target ma il problema è ancora una “scarsa media giornaliera di prenotazioni”. Ha quindi invitato i cittadini ad aderire alla campagna, "altrimenti apriremo a tutte le fasce d’età e sarà molto più difficile riuscire ad avere un appuntamento in tempi brevi. Non si può ambire a una vera ripresa senza una copertura vaccinale, dobbiamo seguire la verità della scienza e non le fandonie di piccoli e rumorosi gruppi sui social”.

Appello ripreso anche dal sindaco Dipiazza: “Non possiamo permetterci di tornare indietro, dobbiamo andare a vaccinarci, specialmente per i ragazzi giovani a cui è stato portato via un anno e mezzo di vita”.

Intervenuta anche la presidente della Fondazione CrTrieste Tiziana Benussi, la quale ha rinnovato il messaggio aggiungendo che “la libertà di ciascuno finisce dove inizia la libertà degli altri e il diritto alla salute è importante perché senza salute non c’è economia. Per questo il nostro sostegno è andato al settore sanitario e già dal 2020 continuiamo a occuparci anche dei nuovi poveri che rischiano di morire di fame. Una volta ridimensionate queste urgenze ci occuperemo anchi di altri settori dell’economia, come quello della Cultura che ha subito fortemente i colpi della pandemia”.

CampagnaVaccinaleMoloIVCoronacirus-19-05-21-Giovanni-Aiello-2-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due centri vaccinali a Trieste: inaugurata la nuova sede in Molo IV

TriestePrima è in caricamento