Questa mattina

Wartsila entra in sciopero, l'assemblea: "Il governo assuma la regia"

È in corso l'assemblea convocata dai sindacati per discutere degli ultimi sviluppi sulla crisi del colosso finlandese. "Destino appeso alle trattative in corso"

TRIESTE - Si preannuncia come una assemblea importante quella che i sindacati di Wartsila hanno convocato alle 9 di oggi 22 maggio a Trieste, davanti ai cancelli dello stabilimento in occasione dello sciopero indetto negli scorsi giorni. Sul campo è rimasta solo l'offerta della start up lombarda H2Energy, dopo che la Imr ha ritirato il suo presunto interesse. È tensione per le affermazioni da parte del gruppo finlandese. Wartsila, infatti, ha detto di aver saputo appena lo scorso sabato dell'assenza di Imr, nella lista delle aziende coinvolte. L'ennesima fumata nera, per una crisi che non sembra avere una soluzione all'orizzonte. Sul tavolo è rimasta solo l'offerta di H2Energy. 

Ore 9:33 I sindacati chiedono che il governo Meloni assuma la regia della vertenza. "Il destino dei lavoratori è appeso alle trattative in corso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wartsila entra in sciopero, l'assemblea: "Il governo assuma la regia"
TriestePrima è in caricamento