menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli "movida", Giorgi: «Per i locali sempre lo stesso orario, che andrebbe ampliato»

«Perché Trieste deve essere città turistica, di divertimento e permettere ai giovani di viverla senza dover recarsi lontano per farlo»

In merito ai recenti controlli delle autorità, intensificati nell'ultimo periodo e riguardanti i locali affollati dove si concentra la "movida" triestina, interviene l'assessore comunale al commercio ed eventi correlati Lorenzo Giorgi: «Chiariamo che per gli esercizi pubblici non è cambiato nulla! Fino a giovedì stop alla musica (all’esterno) alle 22.30, venerdì alle 23.30, sabato e prefestivi alle 01.00 (fino al 15 settembre). Come previsto dal regolamento approvato dal consiglio comunale nel 2017».

«Le Deroghe riguardavano alcune manifestazioni che non facevano, praticamente mai, riferimento ai nostri commercianti stanziali... Ma sappiamo che i titolisti dei media tendono a modificare la realtà delle notizie. Per contro credo che in futuro si dovrebbe pensare di ampliare tale orario; perché Trieste deve essere città turistica, di divertimento e permettere ai giovani di viverla senza dover recarsi lontano per farlo. Ma sempre nel civile rispetto della convivenza tra chi vuole, giustamente, divertirsi e chi vuole riposare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Presidente del Consiglio regionale positivo al Covid: "Sto bene"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

  • Arredare

    Letto con box contenitore: modelli, costi e vantaggi

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento