Politica

Eliminazione orario flessibile asili nido, Orel (Psi Trieste): «Giunta pensa poco a esigenze delle famiglie»

Lo dichiara Gianfranco Orel, segretario cittadino del Partito Socialista Italiano

«L’eliminazione dell’orario flessibile negli asili nido decisa dalla giunta Dipiazza riporta molte famiglie triestine nel disagio di dover cercare una sistemazione per i propri infanti durante orari di lavoro ‘non convenzionali’.

A sottolinearlo Gianfranco Orel, segretario della federazione di Trieste del Partito Socialista Italiano.

«La flessibilizzazione degli orari di lavoro – continua la nota -, che colpisce soprattutto professionisti, colletti bianchi e lavoratori cognitivi, e specialmente i più giovani, provoca infatti notevoli difficoltà alle famiglie, e ancor più a quelle con lattanti o bambini con esigenze particolari. gianfranco orel-4

«Non sempre – continua Orel -  è possibile ricorrere all’aiuto dei parenti, il welfare famigliare così importante per la società italiana ma oggigiorno assai precario (basta che una coppia cambi residenza per perdere l’aiuto dei nonni, per esempio); d’altro canto le spese degli istituti privati non sono certo accessibili a tutti».

«Il provvedimento – sottolinea il segretario Psi - della scorsa giunta Cosolini, grazie al quale era possibile in alcuni asili comunali lasciare i bambini anche oltre l’orario di chiusura canonico, era venuto incontro alle esigenze di queste famiglie, permettendo una più serena gestione degli orari famigliari».

«L’annullo – conclude Orel -  deciso dall’amministrazione Dipiazza, dietro la gelida giustificazione di liberare fondi, ci riduce invece al passato. Ecco i veri difensori della famiglia! »

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eliminazione orario flessibile asili nido, Orel (Psi Trieste): «Giunta pensa poco a esigenze delle famiglie»

TriestePrima è in caricamento