rotate-mobile
Politica

Ferriera, Bolzonello: «Oggi alternative all'area a caldo non ce ne sono»

Il vicepresidente e futuro candidato Pd: «Dipiazza non mi attribuisca ciò che non ho detto»

«Con Dipiazza ci conosciamo da tanti anni e ci parlo volentieri, quindi non vorrei mi attribuisca concetti che non mi appartengono o parole che non ho detto». Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e quasi ufficiale candidato del Pd alle prossime regionali Sergio Bolzonello, commentando le dichiarazioni del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, il quale ha manifestato «"piacere che il vicepresidente sconfessi quanto sino a oggi fatto dalla Regione FVG e condivida con me la necessita' di chiudere l'area a caldo"».

«Io parto dal presupposto oggettivo che oggi - ha continuato Bolzonello - alternative all'area a caldo non ce ne sono, nessuno ha presentato nulla. Non si possono proporre chiusure a prescindere: resterebbero macerie sia per il lavoro sia per l'ambiente. Con questi presupposti ritengo che se arrivasse dall'imprenditore una progettualità capace di superare l'area a caldo, la Regione avrebbe il dovere di prenderla seriamente in considerazione".

«Nessuno giochi a mettere in contraddizione me stesso con la politica industriale della Giunta di cui faccio parte. Ho delle idee per il futuro di Trieste ma per l'appunto - ha concluso Bolzonello - idee realizzabili e non velleità».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, Bolzonello: «Oggi alternative all'area a caldo non ce ne sono»

TriestePrima è in caricamento