menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Cisint: «No all'accoglienza diffusa. Mette a rischio la sicurezza dei cittadini»

«Vogliono distribuire sul nostro territorio i 598 ospiti del Cara ma noi non lo permetteremo»

«No all'accoglienza diffusa dei richiedenti protezione internazionale che devono ancora essere identificati, dei richiedenti asilo che hanno tentato di attraversare illegalmente la frontiera, di quelli che sono stati fermati senza documenti e di coloro ai quali addirittura è stato negato il permesso di rimanere; mette a rischio la sicurezza dei cittadini».  Queste le parole del sindaco di Monfalcone Anna Cisint sul suo profilo Facebook.

«Apprendo -conclude - che vogliono distribuire sul nostro territorio i 598 ospiti del Cara (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) nonostante sia evidente che la sicurezza è a rischio. Noi martedì dal Prefetto non lo permetteremo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Presidente del Consiglio regionale positivo al Covid: "Sto bene"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

  • Arredare

    Letto con box contenitore: modelli, costi e vantaggi

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento