menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, Barillari (Ar): «Non fate terrorismo psicologico»

«Necessari un sistema di monitoraggio attivo e la massima trasparenza»

«Troppi cialtroni si improvvisano medici e pontificano sui vaccini. Chiedo a tutte le forze politiche un atto di responsabilità: il terrorismo psicologico confonde e disorienta l’opinione pubblica, e può indurre in errore molte persone in buona fede. La politica strumentalizzi le ruspe, ma non tocchi la salute pubblica».
Così ha affermato Giovanni Barillari, consigliere regionale di Autonomia Responsabile.
«Il florilegio di allarmanti teorie mediche alternative di queste settimane - continua - rischia di danneggiare tutti, a cominciare dai bambini. La rete propala idee demenziali senza filtri, e alimenta dibattiti surreali. Come medico, prima che come consigliere regionale, ritengo doveroso mettere un limite alla propaganda di chi specula su sanità e vaccini alla ricerca di qualche voto».

Spiega Barillari: «I vaccini sono estremamente preziosi. Renderli obbligatori? Sono favorevole. Il momento ci impone la massima attenzione, quindi trovo ragionevole introdurre un elemento che non deve essere percepito come una costrizione, ma come una tutela. È necessario contestualmente fare chiarezza e adottare un approccio scientifico, per superare la diffidenza generalizzata e crescente dell’opinione pubblica. La denuncia chiara e netta di eventuali reazioni avverse andrebbe a rafforzare la credibilità del sistema».
Infine, Barillari sintetizza: «La mia proposta? Vaccini obbligatori e contestuale sistema di monitoraggio attivo. Ogni singola controindicazione deve essere denunciata, analizzata e curata. In questo modo, diamo sicurezza a tutti: massima trasparenza, cure mediche garantite, e prevenzione di ogni reazione avversa. Ovviamente, serve una campagna precisa di informazione, per chiarire ogni singolo aspetto legato ai vaccini. Abbiamo una sanità di qualità, non lasciamo che qualche imbonitore la sommerga di fango». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

  • Cronaca

    Poliziotti uccisi in Questura, Meran dovrà restare in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento