rotate-mobile
Un successo / piazza Vittorio Veneto

Giornata della cultura slovena: al Palazzo delle Poste il concerto "a ritmo" di pace e integrazione

Un concerto fortemente voluto dalle organizzazioni apicali degli sloveni in Italia, in collaborazione con l'Istituto Mitteleuropeo di storia e cultura, la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Trieste e Poste Italiane

"Suoni sinfonici" è il titolo del concerto che si è tenuto domenica 12 febbraio e che ha fatto vibrare le fondamenta delle arcate del prestigioso ed elegante palazzo delle Poste di Trieste in piazza Vittorio Veneto in onore della Giornata della cultura slovena 2023. In lingua italiana e slovena è stato subito sottolineato il livello istituzionale dell'evento che si è svolto sotto l'altro patronato dei presidenti della Repubblica italiana Sergio Mattarella e della Repubblica slovena Nataša Pirc Musar.

Un concerto che è stato fortemente voluto dalle organizzazioni apicali degli sloveni in Italia, in collaborazione con l'Istituto Mitteleuropeo di storia e cultura, la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune di Trieste. L'evento, coordinato e illuminato dal regista Marco Manin, è stato un vero inno ai valori del dialogo interculturale, dell'integrazione e della pace. Temi ben sottolineati anche dal discorso introduttivo del padrone di casa, il responsabile di Poste Italiane per la provincia di Trieste, Erasmo Scatigna. Poi la musica ha preso il sopravvento, i sessanta elementi della Fvg Orchestra hanno eseguito diverse musiche partendo dalle melodie popolari slovene del XVI secolo, finendo per toccare le armonie più complesse della contemporaneità sotto la supervisione del compositore sloveno Slavko Avsenik junior. L'orchestra, per l’occasione diretta dal Maestro Tomaž Kukovic, ha vantato il contributo di un ampio ensemble corale e di alcuni solisti. Tra questi spiccava il tenore Gregor Ravnik, accompagnato al pianoforte da Blaž Avsenik, a cui si sono poi aggiunti gli interventi del quartetto di fisarmonicisti “4 Bellows 4 Tales”.

La mostra

Per l’occasione è inoltre stato attivato un servizio filatelico temporaneo con bollo speciale, riportante la doppia dicitura in italiano e sloveno dedicato alla celebrazione, e con il quale è stato possibile timbrare le corrispondenze presentate nel corso della giornata. Sempre nel palazzo di piazza Vittorio Veneto è stata inaugurata la mostra filatelica curata dal Circolo “L. Košir”, dedicata ai più importanti intellettuali sloveni. La mostra sarà visitabile al Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa fino al 25 febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della cultura slovena: al Palazzo delle Poste il concerto "a ritmo" di pace e integrazione

TriestePrima è in caricamento