Centri estivi 2020, Brandi: "Strada lunga e difficile ma garantiti 3800 posti"

L'assessore all'educazione: "Nonostante le stringenti e tardive misure anti contagio l'attività è stata avviata e conclusa senza che si siano evidenziati contagi tra i bimbi e il bilancio è positivo"

Positivo secondo l'assessore all'educazione Angela Brandi il bilancio sull'attività dei centri estivi quest'estate, che nonostante le stringenti norme per contrastare la pandemia è stata avviata e conclusa senza che si siano evidenziati contagi tra i bimbi e garantendo oltre 3800 posti (non corrispondenti al numero di bambini, in quanto alcuni hanno frequentato più di un turno). Un numero, ha precisato Brandi, che corrisponde più o meno agli stessi accoglimenti degli anni scorsi.

Le percentuali di accogliemento

Per i nidi i turni bisettimanali richiesti sono stati 927 e sono stati 532 quelli accolti (57,39%); per le scuole dell’infanzia 2466 richieste delle quali 862 accolte (35%); per le primarie 1213 richieste e 572 accolte (47,16%). Per i ricreatori i turni settimanali richiesti sono stati 2364 di cui 1840 quelli accolti (78%).

"Camminata lunga e difficile"

Le regole sanitarie severe hanno richiesto un maggior dispiego finanziario da parte del Comune: un milione e mezzo in più rispetto all'anno scorso, a tariffe invariate rispetto all'anno scorso relativamente ai nidi comunali. Il Fvg è stata una delle poche regioni in Italia a fornire questo servizio ai bimbi fino ai tre anni. “Una camminata lunga e con inizio difficoltoso – ha commentato Brandi – tenendo conto che a un mese dalla riapertura ancora non si conoscevano le linee guida governative, mentre quelle regionali sono uscite il primo giugno. Non è stato facile ampliare il numero di strutture per garantire i distanziamenti ma grazie alle convenzioni con privati e società sportive siamo riusciti a concludere il percorso con successo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le relatà convenzionate

Determinante il supporto del presidente regionale del Coni e tra le altre realtà che hanno offerto il loro sostegno sono state ricordate la Fin Plus Trieste, l’Atletica Trieste, il Primorec di Prosecco, l’Interclub Muggia, e ancora realtà come l’Opera Figli del Popolo, il Comitato ex allievi ricreatorio “Giglio Padovan”, Villa Ara Gesuiti Trieste e In Movimento, nonché gestori come le cooperative Duemilauno, La Quercia, Fhocus, Progetto A, Asilo Nido SMMaggiore e Sodexo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento