Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Trieste, guerra ai writers: 6 indagati dalla Procura

A lanciare l'annuncio lo stesso sindaco Roberto Cosolini su Facebook: le indagini sono state condotte dal Nucleo Interventi Speciali della nostra Polizia Municipale

Il flagello dei writers si è abbattuto da tempo su Trieste. L'amministrazione comunale ha deciso da tempo di combattere con i mezzi a disposizione questi vandali che hanno preso di mira non solo la periferia, ma anche le zone più centrali e controllate (video-controllate) della città. Aveva diviso l'opinione pubblica la multa di 1000 euro comminata dalla Polizia Locale a un 14enne triestino: tra chi era ancora più severo, chiedendo anche ore di lavoro socialmente utili, e coloro i quali chiedevano solo i lavori sociali per il giovane, ritenendo la sanzione troppo elevata per questo periodo di crisi che già mette in ginocchio le famiglie.

Purtroppo da allora, nulla sembra cambiato, sempre più zone sono state vandalizzate da questi cosiddetti "artisti". Ma, notizia di oggi, pubblicata dal sindaco Roberto Cosolini sulla sua pagina Facebook, la denuncia di sei giovani writers alla Procura della Repubblica: «A conclusione di un'indagine condotta dal Nucleo Interventi Speciali della nostra Polizia Municipale 6 giovani writer sono stati indagati dalla Procura della Repubblica di Trieste per danneggiamento, imbrattamento e deturpamento. L'indagine è durata tre mesi e rappresenta un segno concreto di un'azione e di un impegno per contrastare questo fenomeno accertando e punendo i responsabili».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, guerra ai writers: 6 indagati dalla Procura
TriestePrima è in caricamento