rotate-mobile
Bilancio comunale / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Largo dei Granatieri

Sociale, teatri e personale comunale: ecco l'assestamento di bilancio da 12,5 milioni

L'assestamento sarà discusso il prossimo 10 luglio in Consiglio comunale. Tra le voci del documento anche un milione di euro messo a disposizione per avviare la fase due del progetto Bat, 1,2 milioni per la cultura e la promozione turistica della città, 250 mila euro per le attività economiche, mezzo milione per il verde pubblico

Spese per il sociale, rinnovo contratti del personale comunale e teatri: queste le voci più importanti nell'assestamento di bilancio da 12,5 milioni di euro che sarà discussa in Consiglio comunale lunedì 10 luglio. Lo ha annuciato oggi l’assessore comunale al bilancio e programmazione finanziaria Everest Bertoli, alla presenza del direttore del dipartimento servizi finanziari Vincenzo Di Maggio. L'assessore ha dichiarato che i fondi consentiranno "una serie d’ interventi molto importanti sia per lo sviluppo attuale che per il futuro della nostra città. Tra le voci da ricordare ricordo ad esempio un milione di euro messo a disposizione per avviare la fase due del progetto BAT, che è molto rilevante per lo sviluppo del nostro territorio triestino. Penso poi ai 2,7 milioni di euro a favore del sociale, delle famiglie e delle persone in difficoltà, 3,5 milioni per il previsto rinnovo contrattuale del personale comunale e ancora 1,6 milioni di euro per i teatri, 1,2 milioni per la cultura e la promozione turistica della città, 250 mila euro per le attività economiche, mezzo milione per il verde pubblico".

“Sempre con questa delibera - ha aggiunto Bertoli – ci sono poi importanti novità nell’ambito del complessivo progetto di rigenerazione urbana del Porto Vecchio – Porto Vivo di Trieste. In questo senso abbiamo deciso di chiedere in concessione cinquantennale all’autorità Portuale e al Demanio tutta l’area marittima di prossimità, per poter poi metterla a disposizione in subconcessione al soggetto che risulterà aggiudicatario della procedura di evidenza pubblica per quanto riguarda l’area del Porto Vecchio e il progetto di rigenerazione urbana”.

L'obiettivo, ha spiegato l'esponente della Giunta Dipiazza, non è quello di vendere gli immobili, del valore di 52 milioni di euro, ma di avere un progetto globale di sviluppo per l’intera area, che rappresenta il futuro di Trieste per i prossimi 30, 40 e 50 anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sociale, teatri e personale comunale: ecco l'assestamento di bilancio da 12,5 milioni

TriestePrima è in caricamento