Politica

«ATER, case assegnate a extracomunitari quadruplicato: prima gli italiani»

Lo rileva in una nota Francesco Clun, consigliere della V Circoscrizione di Un'Altra Trieste: «Siamo pronti a sostenere le iniziative dei residenti di via Bonomo. Ormai la misura è colma»

«Siamo pronti a sostenere le iniziative dei residenti di via Bonomo. Ormai la misura è colma: non bastavano gli immigrati in Campo Marzo o quelli nell’Hotel Tritone di Barcola. Che l’invasione si arrivata anche a Trieste è evidente a tutti e i numeri iniziano ad essere preoccupanti: 1/3 degli immigrati presenti in tutta la regione sono stati scaricati su Trieste». Lo rileva in una nota Francesco Clun, consigliere della V Circoscrizione di Un'Altra Trieste

«E intanto - continua la nota - il vero problema abitativo, quello degli italiani, continua a passare sotto silenzio. Perché se da una parte ci sono centinaia di immigrati che oggi hanno vitto e alloggio gratis, dall’altra sono tantissime le famiglie italiane che non riescono ad ottenere nemmeno l’alloggio ATER. Le case assegnate ai cittadini extracomunitari è infatti quadruplicato (dal 5% al 20%)».

«È evidente quindi - conclude Clun - che non si può più tergiversare e che bisogna urgentemente prevedere una modifica della legge regionale. Su questo abbiamo già chiesto un consiglio comunale urgente per avere contezza delle motivazioni che stanno alla base di tale incremento onde poter presentare un indirizzo del Consiglio comunale per la modifica della normativa regionale che non tutela le famiglie italiane». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«ATER, case assegnate a extracomunitari quadruplicato: prima gli italiani»

TriestePrima è in caricamento