menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriera, Fedriga: “Avanti con riconversione e tutela lavoratori” (FOTO E VIDEO)

Il governatore ha ribadito il sì al percorso avviato, chiedendo al Mise un calendario dei lavori per garantire il futuro dei lavoratori. Disponibilità ad aprire un dialogo con le realtà produttive del FVG

"Il percorso di riconversione dell'area a caldo della Ferriera di Servola, di cui la Regione è stata promotrice, è fondamentale tanto quanto la salvaguardia dei livelli occupazionali: ecco perché il tavolo ministeriale, oltre a definire le tempistiche per la chiusura dell'impianto, dovrà dare risposte in merito al futuro dei lavoratori. Un itinerario che dovrà necessariamente svilupparsi attraverso soluzioni condivise, costruite non su ammortizzatori sociali a tempo indeterminato ma su concrete prospettive di reimpiego del personale." 

Scoccimarro: "Area a caldo Ferriera non più compatibile con lo sviluppo di Trieste "

Lo ha sottolineato il governatore Massimiliano Fedriga, intervenendo stamane al Ministero dello Sviluppo Economico sul futuro del polo siderurgico triestino. Alla riunione hanno preso parte gli assessori regionali all'Ambiente, Fabio Scoccimarro, al Lavoro, Alessia Rosolen, alle Attività Produttive, Sergio Emidio Bini, i delegati dei Ministeri dell'Ambiente e del Lavoro, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, il sindaco di Trieste, la proprietà di Siderurgica Triestina e le organizzazioni sindacali.

Chiusura area a caldo della Ferriera, le opposizioni: "C'è il nulla, la scatola è vuota"

Un dialogo con le realtà produttive del FVG

Durante il suo intervento, il governatore ha posto inoltre l'accento sulla disponibilità dell'Amministrazione ad avviare un dialogo con le realtà produttive regionali potenzialmente interessate alla manodopera oggi operativa nell'area a caldo, dislocando le proprie risorse sul fronte della formazione e individuando percorsi personalizzati per il reimpiego della forza lavoro.

"Per raggiungere questi obiettivi - ha concluso Fedriga - è pertanto opportuno che il Ministero dello Sviluppo Economico, cui compete il coordinamento del tavolo di crisi, definisca un calendario dei lavori che preveda precise scadenze su una partita che riguarda non solo la città di Trieste ma il tessuto industriale e sociale del Friuli Venezia Giulia."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

2DA88EE8-0809-4100-84BD-F58AEF2EF261-2

5E727D62-BCB5-484A-8351-B92C259369D6-2

CF53338E-BDD6-46A5-B105-AA7B85FD877B-2

BE02A714-9E0C-44A0-A52A-65176E396887-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Situazione allarmante, non escludo nulla"

  • Cronaca

    Brutto infortunio sul lavoro, gravissimo monfalconese di 46 anni

  • Cronaca

    Fa il diavolo a quattro in pronto soccorso, denunciato 30enne

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento