Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Fvg in Europa, de Monte: «Impegno futuro su Regeni, tram di Opicina, trasporti e turismo»

«Incontrerò l'ambasciatore italiano in Egitto e i responsabili dell’Università, con la partecipazione e il supporto di due deputati inglesi»

«Il mio impegno al Parlamento europeo in favore del Friuli Venezia Giulia e del Nordest prosegue e sarà totale». Lo ha affermato oggi a Udine Isabella De Monte, eurodeputata Pd e componente della commissione Trasporti e turismo, durante la conferenza di fine anno organizzata per illustrare l’attività svolta nel 2017 in Europa e sui territori, e per parlare dei progetti futuri, annunciando in particolare un forte impegno a difesa delle imprese dell’autotrasporto, per cui da gennaio si apriranno nuovi e cruciali scenari, e sull’omicidio di Giulio Regeni, per il quale a fine gennaio De Monte sarà a Cambridge per dei colloqui con i responsabili dell’università britannica.

Nel 2017 De Monte ha partecipato a 55 sessioni plenarie su 58 e registra il 99% di presenze al voto in Aula. Attraverso gli interventi in Aula, le interrogazioni e i dossier si è occupata in particolare dei due settori di sua competenza, i trasporti e il turismo, ma è intervenuta anche su altre materie e casi specifici: dalla cancellazione dei voli Ryanair alla vicenda Fincantieri STX-France, dalla “vignetta” slovena ai controlli rafforzati da parte dell’Austria ai confini con l’Italia, alle piattaforme online per la sharing economy come Uber e Airbnb.

Si è inoltre interessata dei casi legati alla morte di Giulio Regeni e di Elisa Valent. Sull’uccisione di Regeni, di cui De Monte si è interessata sin dall’inizio, ha annunciato che a fine gennaio sarà all’università di Cambridge per «Incontrerò i responsabili dell’Università, con la partecipazione e il supporto di due deputati inglesi e, sempre nel mese si gennaio, incontrerà Giampaolo Cantini, l'ambasciatore italiano in Egitto».

Particolare impegno è stato profuso per il settore dell’autotrasporto, intervenendo in commissione Trasporti sul cosiddetto “Pacchetto stradale”, con l’obiettivo di tutelare le imprese italiane dalla concorrenza dell’Est Europa (De Monte si occupa in particolare dei punto del dossier concernenti i tempi di guida e di riposo degli autotrasportatori e l’utilizzo del tachigrafo digitale).

Tra gli eventi organizzati a Bruxelles, uno sulla strategia marittima integrata durante il quale è stata presentata per la prima volta al Parlamento europeo la regata velica “Barcolana”. 

Sull’altro tema di sua competenza, il turismo, De Monte ha annunciato l’impegno in tema di enoturismo, con l’obiettivo di «far approvare una normativa che permetta alle sole aziende del Fvg di muovere un giro di affari di un milione di euro l’anno. Si pensi che, nel solo Fvg, a causa di una normativa ad hoc, si perde un potenziale giro d’affari di un milione di euro». Sempre in tema di turismo, De Monte ha poi annunciato il “debutto” di Aquileia al Parlamento europeo, con l’organizzazione di una mostra il 20 febbraio, per presentare a livello europeo uno dei gioielli del Fvg.

Infine, relativamente al Tram di Opicina De Monte ha detto che «sta lavorando alla possibilità di individuare per la storica linea triestina una linea di finanziamento europea, un bando con scadenza in aprile per la promozione della mobilità sostenibile».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fvg in Europa, de Monte: «Impegno futuro su Regeni, tram di Opicina, trasporti e turismo»

TriestePrima è in caricamento