menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Putizza - Panificio Jerian

Putizza - Panificio Jerian

Cucina carsolina: la ricetta della putizza, il dolce tipico delle feste

La putizza è un buonissimo e tipico dolce triestino, in particolare della cucina carsolina, che viene solitamente consumato durante le feste. Ecco a voi la ricetta per trascorrere la Pasqua con dolcezza

La putizza è un tipico dolce triestino, in particolare della cucina carsolina, che viene solitamente consumato durante i periodi di festa. Un dolce buonissimo, simile alla Gubana ma più ricco di ingredienti. La tradizione triestina racconta che la prima putizza venne presentata nel 1864 agli arciduchi austroungarici Massimiliano I del Messico e Carlotta del Belgio durante una festa organizzata al castello di Miramare.

A proposito del nome, il prof. Kuhar ha ricordato, durante un convegno del 1996, l’origine slovena del dolce risalente al Medioevo e già descritta nei ricettari della borghesia viennese nel XVIII secolo: il nome prende spunto dalla sua forma e proviene, infatti, dal termine «potica», o meglio dal verbo «poviti», ovvero avvolgere, arrotolare. Siamo in periodo di festa, dunque, ecco a voi la ricetta.

Ingredienti

  • 500 grammi di farina 00;

  • 4 uova;

  • 50 g di burro;

  • 100 g di zucchero;

  • 40 g di lievito di birra;

  • 1 bicchiere di latte;

  • 1 scorza di limone da grattugiare;

  • 1 pizzico di sale.

Per il ripieno:

  • 50 g di noci;

  • 50 g di burro;

  • 50 g di nocciole;

  • 50 g di uvetta passolina;

  • 50 g di cioccolato;

  • 50 g di zucchero;

  • 60 g di scorzette di cedro e arancia candite;

  • q.b. rum;

  • 1⁄2 bicchiere di latte.

Procedimento

Sciogliete il lievito con mezzo litro di latte tiepido. Mescolatelo in una ciotola insieme a 250 g di farina e 50 g di zucchero ed amalgamate tutti gli ingredienti. Fate lievitare il composto per 1 ora. Trascorso il tempo, fate fondere il burro ed unitelo all'impasto. Aggiungete poi il resto dello zucchero, della farina, un pizzico di sale, il resto del latte, la scorza di limone e le uova. Impastate bene e stendete la pasta con il matterello, su un foglio di carta da forno, per ottenere una sfoglia rettangolare di 1-2 cm di spessore.

Per il ripieno: immergete l'uvetta nel rum per 15 minuti, scolatela e tenetela da parte. Montate il burro morbido e incorporate le noci e le nocciole, il cioccolato a scagliette, i canditi, l'uvetta strizzata e impastate bene. Stendete il ripieno sulla sfoglia, avvolgeteci intorno la pasta e ripiegate i bordi arrotolando il cilindro ottenuto a spirale. Trasferite la carta da forno con il dolce nello stampo e cuocete in forno caldo a 160° per 1 ora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 277 casi e sette decessi, calano ricoveri e isolamenti

  • Cronaca

    Ristori per far fronte alla crisi, le osmize riceveranno 700 euro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento