Chiavegatti (Destra Sociale): «Siamo ormai stranieri a casa nostra, no allo Ius Soli»

Chiavegatti (Destra Sociale TS): ICS/SCHIAVONE INQUINAMENTO DEGLI SPIRITI

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

"Ama il tuo prossimo come ami te stesso" questo significa che per primo dobbiamo imparare ad amare noi stessi per essere capaci di amare gli altri.

L'Italia, per me, come spero per tantissimi Italiani, è la terra dei miei antenati, una eredità, una lingua, una lingua che non comincia con Garibaldi, per citarne uno, e neanche coi Romani, ma bensì ancor prima dell'a.C. con gli etruschi. L'Italia, per me, e solamente per citarne alcuni è Dante, Beccaria, Manzoni, Leonardo da Vinci, Boccaccio, Machiavelli, Verdi, Puccini, Toscanini, Guttuso, De Chirico, e tanti altri ancora senza dimenticare Meucci, Colombo, Marco Polo, Marconi, e tanti altri ancora.

Di molta gente  ora si viene a conoscere il loro nome perchè nati in Italia "IUS SOLI", vissuti e cresciuti nella cultura della penisola italica: l'italia! La nostra una "multucultura"? No, Assolutamente. Sono "gli altri" che hanno preso e vivono della nostra cultura. Noi siamo solo un popolo che, purtroppo, non fa emergere la sua grandezza e la sua Storia. Anzi la rinneghiamo, la disconosciamo e spesso la disprezziamo. Questo è il nostro colmo!

Io sono fiero di essere Italiano, di parlare italiano, di avere una cultura italiana e di avere dei valori tradizionali italiani: DIO, PATRIA e FAMIGLIA.

Sono fiero di essere ormai "STRANIERO" nella mia patria. Ma voi che odiate l'italianità ne subirete le conseguenze. Luca Chiavegatti-2

Senz'altro avrete notato come chi governa attualmente il Paese e le nostre città e i media a loro asserviti salutino benevolmente la "diversità culturale" che gli immigrati ci portano in casa, quanto la valorizzano e la coccolino mentre gettano fiumi di parole, d'inchiostro disprezzanti contro l'italianità, l'origine non straniera, fino a farne oggetto di vergogna, colpevolizzando  coloro che invece si "declamano ITALIANI". Questo è profondamente malsano!!!

La colpevolizzazione che quotidianamente ICS SCHIAVONE CATTOCOMUNISTI BUONISTI vogliono inculcarci non è un semplice inquinamento degli spiriti. E' peggio! E' un arma di distruzione di massa di un popolo. 

L'ITALIA, GLI ITALIANI NON HANNO NIENTE DEL QUALE DEVONO PENTIRSI!!! ANZI......

Per questo Destra Sociale TS dice via migranti clandestini dal SILOS, da Trieste,  perchè sono un pericolo per il nostro territorio, per le nostre famiglie, per i nostri figli.

Se li vogliono in casa con "l'accoglienza diffusa" diano l'esempio i governanti locali cattocomunisti che tanto hanno voluto creare questa situazione (vedi i vari Nesladek, Famulari, Lauri, Grim, Cosolini ecc. ecc. ecc.)!!!

Noi attendiamo ........

Torna su
TriestePrima è in caricamento