rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
TriestePrima

i giovani incontrano la disabilità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Se il tema della disabilità ha assunto una importanza sempre crescente in relazione 

non solo per quanto riguarda la percezione ed il vissuto della popolazione ma 

soprattutto per le implicazioni sociali ed economiche per lo Stato e in primo luogo 

per i familiari, non meno importante è sviluppare cultura e sensibilità nei giovani che 

devono essere impegnati a costruire una società migliore e accogliente.

Già da qualche anno la regione FVG richiede alle associazioni di volontariato di 

impegnarsi nell’opera di educazione e sensibilizzazione dei giovani ed è a questa 

richiesta che l’Associazione Volontari per la Sclerosi Multipla ha voluto dare un 

contributo con il progetto” i giovani incontrano la disabilità”.

Il progetto ha preso il via nel 2012 con la creazione di un libretto “disability” in 

italiano, inglese e sloveno da distribuire nei luoghi di aggregazione giovanile. 

Il secondo step è stata la creazione di un questionario per valutare conoscenza e 

percezione della disabilità in genere ed in particolare di due condizioni, la sclerosi 

multipla e l’autismo, scelte come esemplificative degli aspetti prevalentemente fisici 

o psichici.

 Valutare il tipo di sentimento-risposta nell’incontro con una persona affetta da una 

qualche forma di disabilità, il tipo di aiuto ritenuto maggiormente necessario, la 

disponibilità a fornire tale aiuto.

Il questionario, distribuito in tutte le scuole di ordine superiore del FVG è costituito 

da 10 domande precedute da un minimo di informazione riguardante sesso ed età del 

rispondente.

E’ stato scelto di usare una forma breve, il questionario impiega per la sua 

compilazione non più di due minuti, sia nella forma cartacea che in quella online, per 

evitare che una eccessiva lunghezza costituisse un alibi per i rispondenti. 

Questa scelta si è rivelata vincente essendo riusciti a raccogliere più di 2000 

questionari su una popolazione di soggetti del FVG di età dai 10 ai 20 anni e su un 

gruppo di docenti e personale amministrativo dai 24 ai 63 anni .

Tale risultato è particolarmente interessante se si confronta con i 1500 questionari 

raccolti dai ricercatori del Censis, rappresentativi della intera popolazione del 

territorio nazionale, nell’ambito della indagine realizzata nel 2010 con l’obiettivo di 

sondare opinioni, esperienze e atteggiamenti sul tema della disabilità.

La restituzione dei dati raccolti e la distribuzione della pubblicazione relativa 

avverranno il 18 ottobre nella sala del polo museale del Porto Vecchio di 

Trieste, luogo di grande interesse storico-culturale per la presenza della Centrale 

Idrodinamica creata alla fine del 1800 per il funzionamento del porto.

Il convegno, patrocinato dalla regione FVG e dall’Ufficio Scolastico Regionale 

nonché dal Comune e dalla Provincia di Trieste, è rivolto al mondo della scuola, alle 

associazioni di volontariato e a tutti quei cittadini interessati ai temi della disabilità e 

del volontariato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

i giovani incontrano la disabilità

TriestePrima è in caricamento