rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Elezioni comunali 2016

"Spesa sospesa", Savino (FI): «Troppi misteri: quanti italiani e quanti stranieri?»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Pur elogiando l’iniziativa de “la spesa sospesa” restano troppi interrogativi sui quali il Comune di Trieste, in modo colpevole, mantiene un riserbo inaccettabile».

Sandra Savino, parlamentare di Forza Italia, interviene dopo che alcune associazioni aderenti al Centro Servizi Volontariato FVG, hanno denunciato la mancanza di informazioni sui reali destinatari del progetto.  

«Ritengo inaccettabile che i triestini non vengano informati in modo dettagliato su come vengono impegnati i soldi che hanno deciso di donare. Savino Sandra

L’iniziativa è sicuramente eccellente, ma non è chiaro, oltre al numero complessivo, quali siano le famiglie che sono state aiutate. Se 99 nuclei hanno ottenuto questo supporto sarebbe opportuno fare chiarezza spiegando quante sono le famiglie italiane e quante quelle straniere, a maggior ragione dopo la denuncia dei consiglieri regionali di Forza Italia che hanno ottenuto da numerosi sindaci i dati della misura attiva di sostegno al reddito che sta andando in prevalenza a stranieri.

Sappiamo che la destinazione dei buoni spesa viene decisa dall’amministrazione senza che però siano stati esplicitati i criteri della graduatoria ovvero: se si è intervenuti in base al reddito Isee, alla residenza in città da un determinato periodo di tempo o in base a una decisione soggettiva dei servizi sociali. Non è chiaro nemmeno se esiste un “turnover” tra le famiglie o se la misura viene rivolta sempre alle stesse».

«Mi sembra - prosegue la parlamentare - che il Comune ancora una volta mantenga un riserbo inaccettabile soprattutto sotto elezioni, fermo restando che non stiamo chiedendo nome e cognome di chi, giustamente, chiede un aiuto, ma semplicemente dei dati statistici anche per comprendere la situazione economica di Trieste. Sarebbe anche opportuno - conclude Savino - che l’amministrazione Cosolini presenti i risultati del “sostegno al reddito” per comprendere se anche nel capoluogo giuliano la maggioranza delle domande arriva da stranieri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spesa sospesa", Savino (FI): «Troppi misteri: quanti italiani e quanti stranieri?»

TriestePrima è in caricamento