TriestePrima Isontino

La scuola alberghiera di Monfalcone "sbarca" in tv

Cinque studenti protagonisti del nuovo talent “Venice is Cooking” dedicato all’eccellenza enogastronomica delle Venezie. Dal 7 aprile, in onda tutte le domeniche alle 13.30 sulle frequenze nazionali di 7Gold

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

La scuola alberghiera dello Ial di Monfalcone approda in tv, con 5 dei suoi allievi protagonisti del nuovo talent di 7Gold, dedicato all’enogastronomia delle Venezie. Dal 7 aprile, ogni domenica alle 13.30, l’appuntamento è, dunque, con Venice is Cooking, il format culinario di dieci puntate, ideato dalla producer Luana Carvalho, e realizzato insieme alla Rebid di Vincenzo Alvino e la collaborazione dei critici della Guida dell’Espresso “Ristoranti e Vini d’Italia” (il direttore Enzo Vizzari e i critici Andrea Grignaffini, Angelo Carillo, Luigi Costa, Marco Colognese, Paolo Vizzari Rossana Bettini). Gli ingredienti ci sono tutti: chef di grido pronti ad aprire le porte dei loro rinomati ristoranti, location esclusive, e soprattutto il talento dei 12 giovanissimi aspiranti chef, selezionati tra lo Ial di Monfalcone e Dieffe (Accademia delle Professioni).

Gli aspiranti chef valutati dai maestri

Ecco le regole del talent improntato all’eccellenza: i protagonisti saranno ospitati, ad ogni puntata, in una location esclusiva diversa e dallo chef di quel ristorante, che proporrà il suo piatto della tradizione a due tra i dodici aspiranti chef in gara. Questi dovranno riproporre la ricetta, rivisitandola secondo il loro estro. A conclusione della sfida, i due aspiranti verranno valutati dallo chef ospite, assieme ad un critico delle Guide “Ristoranti d’Italia” dell’Espresso, secondo quattro criteri: impiattamento, gusto, esecuzione e creatività. Solo i più preparati riusciranno ad arrivare alla sfida finale. Questo percorso nasce per valorizzare le eccellenze enogastronomiche delle Venezie, con i suoi produttori agricoli e vinicoli che hanno portato l’Italia a primeggiare nel settore della ristorazione mondiale. Ogni piatto verrà abbinato ad un vino prodotto localmente, la cui cantina verrà presentata da un sommelier, che inoltre illustrerà perchè le caratteristiche di quel vino sono vincenti con quel determinato piatto. Allo stesso tempo, il format è utilizzato per coinvolgere i giovani studenti della nostra scuola, che potranno appunto cimentarsi nella rivisitazione di una cucina tradizionale, che strizza l’occhio all’innovazione, ma con il rispetto delle materie prime e delle tecniche originali.

La cucina tradizionale

La conduttrice Erika Grossi, food blogger udinese e imprenditrice nel settore del vino, ad ogni puntata presenterà lo chef ospite e il suo ristorante, raccontandone la storia e l’importanza del territorio che lo circonda. Mostrerà l’amore e la passione del cuoco e del suo team per la cucina, sottolineando l’importanza dell’utilizzo di materie prime del luogo, con tecniche artigianali tradizionali ma con un pizzico di modernità. Ogni piatto servirà a valorizzare i concetti di genuinità, di km0 e di cucina tradizionale, attraverso punti di forza, storia e valori dell’azienda che li produce. Si avrà dunque un esclusivo pass d’entrata alle cucine di ristoranti rinomati, un vero e proprio sguardo dalle spalle dei professionisti della ristorazione delle Venezie. Gli allievi dello Ial Fvg protagonisti del talent sono: Michelle Furlanetto, Lorenzo Gaiardo, Irene Catana, Milos Milosevic, Gabriele Bellantuono. Attualmente sono tutti impegnati in stage presso alcuni ristoranti stellati: Da Vittorio di Bergamo, Miramonti L’altro di Brescia e Metropole di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola alberghiera di Monfalcone "sbarca" in tv

TriestePrima è in caricamento