rotate-mobile
Le indagini vanno avanti / S. Giacomo - Ponziana

Baby gang di San Giacomo, spuntano altre lame, scattano nuove denunce

Proseguono le indagini condotte dalla Polizia Locale e coordinate dalla Procura per i minorenni di Trieste. Trovati taglierini e altri coltelli. L'indagine potrebbe essere solo la punta di un iceberg

TRIESTE - Il cerchio attorno alla baby gang di San Giacomo si stringe. La Polizia Locale prosegue nelle indagini per fare luce su alcuni gravi fatti di cronaca avvenuti nelle scorse settimane tra il giardino di via Montecchi e campo san Giacomo. L'altra settimana il gruppo di minorenni è stato identificato come presunto responsabile di violenza e minacce aggravate. In un caso una ragazzina era stata picchiata e filmata con il cellulare, mentre nel secondo una giovane madre era stata minacciata. 

Borselli Louis Vitton, coltelli e Nike: ecco le "Maranza" triestine

"Nell'ambito dei controlli programmati nelle aree verdi del rione - scrive la Locale -, tre ragazzi venivano trovati in possesso di un taglierino senza sicura con lama da cinque centimetri ed un coltello a serramanico con lama da sette, subito posti sotto sequestro". I tre giovanissimi sono stati denunciati alla Procura. Infine qualche giorno fa durante un controllo in borghese, il Nucleo Interventi Speciali sequestrava ad un ragazzo - di un gruppo che stazionava in una piazza del centro cittadino - un coltello a scatto con la lama da sette centimetri per il cui possesso veniva segnalato alla Procura della repubblica presso il Tribunale dei minorenni che coordina le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang di San Giacomo, spuntano altre lame, scattano nuove denunce

TriestePrima è in caricamento