Indennità disabili fuori da Isee, Savino (Fi): «Quali conseguenze sui conti dello stato?»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«A seguito della scellerata decisione del Governo di non ascoltare le richieste dell’opposizione e di intervenire prontamente sul nodo Isee ora è arrivato il tempo di fare chiarezza».

Sandra Savino, parlamentare di Forza Italia, ha presentato una interrogazione a risposta immediata in commissione al Ministro dell’economia e delle finanze, Piercarlo Padoan.

«La decisione del Consiglio di Stato di togliere dal reddito Isee l’indennità di accompagnamento per le persone disabili ha sbloccato una situazione inaccettabile ma ora c’è il rischio di ripercussioni sui conti dello Stato. Nel dettaglio - spiega Savino - non è chiaro se il Governo dovrà intervenire in maniera retroattiva e non è chiaro neanche quali saranno le ripercussioni per lo Stato visto che diversi soggetti finalmente potranno accedere a misure assistenziali previste dal welfare».

«Se il Ministro avesse ascoltato in nostri appelli - conclude Savino - ora non si troverebbe in questa paradossale situazione, ma arrivati a questo punto è ora di fare chiarezza su quali saranno le conseguenze della sentenza che ha restituito un legittimo diritto a persone in difficoltà».

Torna su
TriestePrima è in caricamento