Riforma sanitaria, riforma sanitaria

  • Salute: approvata nuova riforma sanitaria regionale

  • Riforma sanitaria, FSI-USAE: "Gestione delle emergenze assente"

  • Sanità, Riccardi: “Meno aziende sanitarie e ospedaliere per ridurre costi”

  • Riforma Sanità, Serracchiani: "Ferruccio Sarò è presidente ombra"

  • Associazioni Professioni Sanitarie: "Anacronistico separare ospedale e territorio"

  • Corte dei Conti, Santoro (Pd): «Con la riforma investiti 103 milioni sul territorio»

  • Salute, Riccardi: «Sistema sanitario in coda alle classifiche, ora ascolto fondamentale»

  • Riforma sanitaria, Zalukar (FI): «Si è dato di meno spendendo di più»

  • Sanità, Stabile (Fi): «Bene congelamento riforma da parte di Fedriga»

  • Sanità, Fedriga "congela" la riforma Pd

  • Sanità, Muzzi (Pd): «Un errore cancellare la riforma»

  • Regionali: confronto sulla sanità tra i candidati Bolzonello (Pd) e Fraleoni Morgera (M5s)

  • Sanità, Fedriga: «Necessario superare le criticità generate dalla riforma sanitaria»

  • Sanità, Telesca: «Fedriga è in linea con le direttrici della riforma»

  • Sanità, Salina (Pd): «Anche Tondo difende la riforma, Bertoli si aggiorni con lui»

  • Sanità, Rotelli (Pd): «Riforma utile ai cittadini, non a interessi privati»

  • Riforma sanitaria, Stabile (Fi) a Bolzonello: «Negli ospedali tagliate eccellenze non doppioni»

  • Riforma sanitaria, Stabile (FI): «Va fermata, non accelerata»

  • Avvisi garanzia infermieri Sores, Fdi: «Operatori e utenti vittime di politiche scellerate»

  • Sanità, Cremaschi (Pd): «La riforma è positiva: aumentato il numero di ambulanze sul territorio»

  • Corte dei conti, Moretti (Pd): «Inaccettabili i toni di Riccardi per attaccare la riforma sanitaria»

  • Sanità, Piccin (Fi): «La riforma va corretta, lo ammette anche la Giunta»

  • Salute, Serracchiani: «La riforma ha posto le basi per un'evoluzione positiva»

  • Sanità, Riccardi(FI): «Rotelli, Telesca e Codega in preda alle allucinazioni a causa dello sciopero della fame»

  • Salute, Telesca: «C'è una distinzione netta tra riforma e la questione delle liste d'attesa»